Sotto le Stelle del Jazz

Ma occorre fare gli americani?

G.C. Roncaglia

Non manca chi sostiene che, se i protagonisti dei concerti di jazz non sono americani, o meglio afroamericani,la stagione è “di basso livello”, perpetuando così un concetto esterofilo che ha sempre caratterizzato il mondo musicale italiano. E danneggiando non poco chi, nato nella penisola, da anni ha ormai saputo ampiamente dimostrare che il jazz italiano, con i suoi notevoli solisti, ha saputo affrancarsi dalla dipendenza stilistica straniera.

Lo dimostrano, al di là di ogni ragionevole dubbio, il successo che i nostri musicisti ottengono in ogni situazione…. Com’è il caso di Furio di Castri alla Contea, del trio Penna_Mari-Petracca alle Ginestre, del Confusion Quartet al Sottovove e del jazz vocale di vocalist come Carola Cora che, con Fulvio Chiara, inaugurano questa sera la nuova stagione jazzistica….

... quella che il bruco chiama fine del mondo, il maestro chiama Farfalla 

©2020 CAROLA CORA SINGER & COACH 
        VOCAL CONTROL®                                                                             IO SONO LA MIA VOCE ®

  • smartphone
  • WhatsApp
  • Youtube
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram